Mircea Eliade, Un’altra giovinezza

22,00 

“Ma torniamo all’essenziale, vale a dire al nostro problema. Che fare del Tempo?”. “Avevo immaginato una sorta di novella sul miracolo della rigenerazione e dell’eterna giovinezza… Immaginare, è dir poco. Per più giorni di seguito ho vissuto sotto il fascino di quel mistero. Vivevo nell’attesa, come se qualcosa dovesse prodursi e rivelarmisi…”, scriveva Mircea Eliade nel suo Giornale nel giugno del 1949. Composta oltre venticinque anni più tardi, e anticipata da una serie di curiosi sogni e esperienze, Un’altra giovinezza è quella novella e si pone, nell’intera creazione narrativa di Eliade, tra le opere più affascinanti ed enigmatiche del grande…

1 disponibili

SKU: 9788899591656
Category: , ,

Descrizione

a torniamo all’essenziale, vale a dire al nostro problema. Che fare del Tempo?”.

“Avevo immaginato una sorta di novella sul miracolo della rigenerazione e dell’eterna giovinezza… Immaginare, è dir poco. Per più giorni di seguito ho vissuto sotto il fascino di quel mistero. Vivevo nell’attesa, come se qualcosa dovesse prodursi e rivelarmisi…”, scriveva Mircea Eliade nel suo Giornale nel giugno del 1949. Composta oltre venticinque anni più tardi, e anticipata da una serie di curiosi sogni e esperienze, Un’altra giovinezza è quella novella e si pone, nell’intera creazione narrativa di Eliade, tra le opere più affascinanti ed enigmatiche del grande autore rumeno.

È la notte di Pasqua del 1938. Un anziano professore, Dominic Matei, arriva a Bucarest con l’intenzione di porre fine alla propria vita. All’improvviso viene colpito da un fulmine che lo lascia moribondo sull’asfalto. Dato per spacciato, con il passare dei giorni non solo le sue feri- te guariscono, ma il suo intero corpo miracolosamente rinasce, dandogli l’aspetto di un uomo molto più giovane. Ben presto il professore si accorge che il dono del fulmine non riguarda soltanto la possibilità di una nuova giovinezza, ma che diversi poteri si sono annidati dentro di lui: oltre alla comprensione delle lingue e a una memoria strabiliante, Dominic infatti riuscirà a guardare nel profondo abisso di una conoscenza che va oltre l’umano e oltre il tempo, in un viaggio fino agli albori del linguaggio dell’umanità.

Un’altra giovinezza è un romanzo ammaliante (e finora largamente incompreso) tramato di indizi, rivelazioni e false piste, che racconta non solo la storia di un uomo e della sua ossessione per il sapere, ma indica, misteriosamente, la possibilità stessa di un’uscita dal Tempo, di un’altra vita e di un differente destino.

Da Un’altra giovinezza il regista Francis Ford Coppola ha tratto l’omonimo film nel 2007.

Mircea Eliade

Mircea Eliade, nato a Bucarest nel 1907 e morto a Chicago nel 1986, è stato uno dei maggiori e più originali studiosi e intellettuali europei del Novecento. Storico delle religioni, orientalista, filosofo, ha insegnato nelle più prestigiose università del pianeta, lasciando un segno profondo sull’immaginario culturale contemporaneo e un nutrito corpo di opere di saggistica e di narrativa.
Da “Un’altra giovinezza” il regista Francis Ford Coppola ha tratto l’omonimo film nel 2007.