Noi

Sede di via Bagaini

La nostra storia

La LIBRERIA DEGLI ASINELLI nasce a Varese nel 2021 come spazio indipendente dedicato alla lettura, fondato da Laura Branchini (traduttrice letteraria,  ex insegnante) e Stefano Pérez (docente e ricercatore).

Dopo anni di esperienza, spesi tra scuola e piccola editoria, Laura e Stefano hanno scelto di rispondere alla richiesta culturale della propria città, Varese, e fondare uno spazio libero: la Libreria degli Asinelli.

F. A. Q.

Perché uno spazio indipendente?

Un libraio indipendente sceglie ogni singolo libro, così i suggerimenti ai clienti sono davvero personalizzati. Nessuna casa editrice si può imporre per mere ragioni commerciali e non c’è un distributore a indicare quali libri “spingere” e quali no.

La selezione dei libri è guidata solamente da una grande passione. Questa ci sembra essere la responsabilità di un libraio indipendente nei confronti dei lettori.

Ci piace condividere la nostra passione anche attraverso  presentazioni di libri, gruppi di lettura ed eventi particolari.

Perché asini?

Per noi, Laura e Stefano, il termine «asinelli» rimanda soprattutto a un gesto di sostegno reciproco, di ironico complimento, una carezza a quella parte che in ciascuno di noi si ostina a sognare o si impunta, per non seguire una direzione scontata; e magari scalcia o al limite raglia.

È, insomma, un riconoscimento della capacità di resistere, sopportare fatiche e perseverare in certe visioni magiche che, a quanto pare, agli asini sono riconosciute da molti altri prima di noi, da Apuleio a Giordano Bruno a Stevenson o a E. Gordon Craig…

L’asino è anche l’animale guida della nostra associazione, “Los Burritos” (gli asinelli), fondata nel 2012 e della casa editrice Asinelli Editori.

Perché la scelta del bistrot?

La decisione di incorporare un bistrot all’interno della libreria è guidata dal desiderio di enfatizzare l’aspetto conviviale e offrire un ambiente ancora più gradevole alla comunità che partecipa ai nostri incontri. Il Wise Donkey Bistrot non è un semplice caffè, ma un luogo di cultura, un punto d’incontro dove l’amore per la lettura si fonde con il piacere del palato. Così il piccolo bistrot si trasforma spesso in un’estensione delle nostre presentazioni, un rifugio sereno e accogliente, luogo ideale per godersi un aperitivo in relax, sorseggiare una tisana mentre ci si perde in una nuova scoperta letteraria, o semplicemente per fare una pausa nel corso di una giornata frenetica.